Identità e stile

La famiglia Bitossi, presente in Toscana dal XVI secolo, ha sempre lavorato la terra per ricavarne le argille da trasformare in ceramiche artistiche, frutto dell’ingegno e delle mani di generazioni di artigiani.

Oggi, quella stessa terra da materia prima diventa prima materia, elemento originale e primigenio da cui scaturiscono le qualità intrinseche del vino.

Creatività e territorio

Manualità delle operazioni in vigna, profondo rispetto del contesto ambientale, delle espressività dei vitigni autoctoni e una mai sopita voglia di sperimentare.

Vogliamo mettere in gioco la tradizione con la modernità, seguendo la naturale propensione artistica di un territorio che ha sempre fatto della creatività il suo destino.

La Lupinella è per noi il simbolo della convergenza tra uomo e natura, tra tecniche antropiche e inclinazioni ambientali, icona di un’agricoltura che vive un costante rapporto di reciprocità con il territorio.

Famiglia Bitossi

Custodi della biodiversità

Per noi, biologico significa molto più che rinuncia ai prodotti di sintesi

  • Presenza costante nei vigneti
  • Espressione varietale senza forzature
  • Sostegno alla naturale fertilità dei suoli
  • Uso di tecniche e tradizioni volte alla difesa attiva della biodiversità locale
  • Inerbimento dei filari
  • Semina di essenze biocompatibili con i vigneti
  • Sovescio